domenica, Ottobre 20, 2019
Perché ogni volta che si parla dell'Italia duale si ignora il meglio del Sud e il peggio del Nord?
Il progresso, la civiltà richiedono qualche sacrificio, e si trova sempre qualcuno disposto a farlo fare ad altri.
Le classificazioni sono gradini, indicano la direzione della violenza che le genera: dall'alto in basso.
E dopo avergli impedito di essere e di fare, si comincia a rimproverare il Sud di non essere e di non fare.
Le strade rivelano le capacità e le intenzioni di un paese. E se il nostro ignora o trascura quelle per il Sud, è perché ignora e trascura il Sud.
Nessuno può farti più male di quel che gli permetti di farti.
Noi recuperiamo pagine strappate, per sapere, finalmente, di noi stessi.
Non ci basterà ritrovare memoria e orgoglio, se non accetteremo anche la responsabilità piena della nostra sorte.
Slider

Le mie prossime date


…E IL SUD INDIETRO. A SALERNO, IST. PROF. PER L’AGRICOLTURA

A Salerno, all'Istituto professionale per l'Agricoltura, via delle Calabrie 63, il 21 ottobre, alle 10,30, “Perché il Sud è stato lasciato indietro”: ne dialogherò con Luca Cascone, presidente della Commissione trasporti della Campania, Alfonso Conte, docente di Storia del Mezzogiorno all'università di Salerno e Alessandro Turchi, dirigente dell'Istituro per l'Agricoltura.

Ulteriori informazioni »
Istituto professionale per l’Agricoltura, via delle Calabrie, 63
Salerno,
+ Google Maps