Home Video Pino Aprile: Perché il sud ha votato 5 stelle

    Pino Aprile: Perché il sud ha votato 5 stelle

    270
    2
    Pino Aprile

    Giornalista e Scrittore


    “Fa’ quel che devi, accada quel che può”, è la mia regola. Se ti fai condizionare dai rapporti di forza (ma “loro” hanno tutto: giornali, tv, soldi, potere…) o dalle conseguenze possibili (non otterrai nulla, in compenso ti schiacceranno) non troverai mai il momento giusto per agire. Mentre l’unica cosa che conti è la ragione di agire: se c’è, fallo. E basta. Come? Don Luigi Sturzo disse: chi sa scrivere scriva, chi sa cantare canti, chi ne è capace, faccia politica. Sono nato nel 1950, sono cresciuto in una casa popolare, ho avuto ottimi genitori. Quello che ho scritto mi ha caricato di responsabilità verso gli altri e il futuro (ho un nipote…) e ora devo risponderne. Sono qui per questo.

    2 Commenti

    1. Perché non c’è un partito alternativo fondato sulle radici del Regno delle Due Sicilie. Un Partito Due Sicilie, Rinascita del Meridione, Partito meridionale, Due Trinacrie; ma non si tratta di nomi si tratta di volontà politica. Le chiacchiere abbondano per il “particulare” e mancano i fatti o forse i cervelli visto che con l’emigrazione selvaggia dei puro sangue e delle fattrici al Sud rimangono i ronzini.

      • Accade in tutte le colonie: la distruzione del tessuto sociale, delle norme, degli interessi che facevano di una popolazione una comunità che si riconosceva tale, sposta le appartenenze, crea divisioni, si cerca la propria affermazione non coe parte di quella comunità che è stata infranta, ma di una più forte (vedi il terrone leghista, tango a Nord quanto a Sud) o persino a spese di quel che resta della comunità danneggiata (vedi la mafia). La ricosruzione è prima di tutto culturale, storica, sociale, poi politica. Lenta, ma sta avvenendo

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento!
    Inserisci il tuo nome qui