Home Succede oggi LA DIGOS HA SCOPERTO CHI È ZORRO…

    LA DIGOS HA SCOPERTO CHI È ZORRO…

    519
    2

    SEQUESTRATO LO STRISCIONE “RESTIAMO UMANI”. MEGLIO “DIVENTIAMO BESTIE?”

    Clamorosa operazione della nostra Digos: identificato Zorro. Non è Antonio Banderas! Tale la risonanza del successo dei nostri investigatori, che le maggiori potenze hanno avviato contatti, attraverso le ambasciate, per chiederci i nostri esperti quali istruttori delle loro forze di Polizia. Passi diplomatici sono stati avviati anche dalla Repubblica di San Marino.

    Non è finita qui: da fonti riservate trapela che sarebbe attenzionato un certo Clark Kent e si sarebbe vicini a dare un nome a Superman; e ci sarebbe un nostro infiltrato fra gli Avengers.

    L’età ha pochi privilegi, ma ne ha: io c’ero quando i giovani scrivevano sui muri “Una risata vi seppellirà”. E duole che nella farsa dell’Uomo in Felpa che scimmiotta chi portò il Paese al disastro, siano coinvolti poliziotti che avrebbero ben altro di cui occuparsi. Con il sospetto che ce ne sia quacuno più realista del re, che finisce per rendere un cattivo servigio persino a sua Eccellenza La Felpa, procurandogli più occasioni di ridicolo di quante ne crei già da solo, facendo il “serio”.

    A Milano, mentre Salvini teneva il suo comizio, Zorro è apparso al balcone, calando uno telo con la scritta: “Restiamo umani”. Espressione pesantemente lesiva della legalità al tempo del governo del cambiamento. Il bliz ha consentito di svelare l’identità del cavaliere della notte: non è Banderas (visti chili e giro vita, ce ne sarebbe per un Banderas e una banderilla), ma un sindacalista dell’Usb, Riccardo Germani. E il corpo del reato non è solo quello del rotondetto Zorro, ma pure lo striscione dell’inammissibile messaggio: “Restiamo umani”. Quindi, “Diventiamo bestie” l’avrebbero lasciato dov’era?

    Pino Aprile

    Giornalista e Scrittore


    “Fa’ quel che devi, accada quel che può”, è la mia regola. Se ti fai condizionare dai rapporti di forza (ma “loro” hanno tutto: giornali, tv, soldi, potere…) o dalle conseguenze possibili (non otterrai nulla, in compenso ti schiacceranno) non troverai mai il momento giusto per agire. Mentre l’unica cosa che conti è la ragione di agire: se c’è, fallo. E basta. Come? Don Luigi Sturzo disse: chi sa scrivere scriva, chi sa cantare canti, chi ne è capace, faccia politica. Sono nato nel 1950, sono cresciuto in una casa popolare, ho avuto ottimi genitori. Quello che ho scritto mi ha caricato di responsabilità verso gli altri e il futuro (ho un nipote…) e ora devo risponderne. Sono qui per questo.

    2 Commenti

    1. Più realisti del Re lo sono sempre stati, tutte le forze dell’ordine (o disordine). Purtroppo le dinamiche di servilismo sono sempre le stesse, dalla notte dei tempi. Ma siamo comunque ottimisti nel miglioramento della razza umana, anche se personalmente da quando ho letto il tuo elogio all’imbecille mi pare che bisogna mettersi d’accordo su cosa significa “migliorare la razza umana”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento!
    Inserisci il tuo nome qui