Home Altro VINCILENZUOLO A PALERMO, PER ACCLAMAZIONE: “SALVINI 751A”

    VINCILENZUOLO A PALERMO, PER ACCLAMAZIONE: “SALVINI 751A”

    1805
    0

    UNA FORMULA MATEMATICA, DENSA ALMENO QUANTO QUELLA DI EINSTEIN!

    Vince la penna stilografica disegnata dagli Argenio e una copia de “L’Italia è finita” con motivazione del premio, il lenzuolo “Salvini 751A”. Il messaggio mi pareva intraducibile; ho dovuto chiedere (trovate le risposte sulla pagina facebook di “Terroni”) se qualcuno fosse in grado di interpretarlo, le risposte sono arrivate e come tutti mi sono sentito piccolo piccolo dinanzi al genio, perché quella formula nasconde un vaffa, il richiamo ai furti della Lega e l’essenza delle elezioni europee. Seguitemi, imparate, inchiniamoci stupiti per la potenza della sintesi matematica.

    Riassumo quello che mi è stato spiegato: 800A, a Palermo, sta per “SUCA”, che è un modo per dire più o meno quello che in Veneto si intende con “Va’ in mona”, o a Roma con “va’ a mori’ ammazzato”, eccetera paese che vai, fanculo che trovi: un invito che esprime, mettiamola così…, insofferenza e generica disistima. Chi si vedeva deriso, a Palermo, magari sulla serranda del negozio, con la scritta volgarotta, per annullarla, invece di cancellare, si sbrigava prima trasformando la “S” in “8” e la “U” e la “C” in “0”; la “A”, a quel punto, poteva pure restare. E l’espressione si riduceva a 800A.

    E fin qui, già siamo a un trattato di semantica, a volerlo sviluppare; e aggiungerei: di filosofia mediterranea.

    Ma perché quella formula e come si arriva a 751? La chiave è Salvini, che sta a indicare la Lega, di cui è segretario. La Lega ha fatto sparire 49 milioni; che detratti da 800, fa 751.

    E non vi sembra ancora abbastanza, ricordate cos’è 751? Il numero dei parlamentari europei. Già. Il tutto, in una formula: “Salvini 751A”.

    Ora ditemi chi è quel genio e il suo indirizzo, per spedirgli il premio messo in palio da questo blog: la stilografica degli Argenio, realizzata dalla Delta (che non esiste più e questo ne aumenta il valore) è un gioiellino. Io uso quella. E la motivazione sulla copia de “L’Italia è finita” sarà scritta con quella penna. So bene che l’autore di questa formula merita una cattedra, ma al ministero dell’Istruzione c’è un leghista…

    Per chi volesse approfondire, su “800A=SUCA” è stata presentata una strepitosa tesi di laurea. Qui sotto il link

    https://universityequipe.com/suca-tesi-laurea-alessandra-agola?fbclid=IwAR1SZEByrQr9gbWOtf3NxvyaNpOaLfeZ5bTUxZaHi83rdykPcA9-QLFP4Jk

    Pino Aprile

    Giornalista e Scrittore


    “Fa’ quel che devi, accada quel che può”, è la mia regola. Se ti fai condizionare dai rapporti di forza (ma “loro” hanno tutto: giornali, tv, soldi, potere…) o dalle conseguenze possibili (non otterrai nulla, in compenso ti schiacceranno) non troverai mai il momento giusto per agire. Mentre l’unica cosa che conti è la ragione di agire: se c’è, fallo. E basta. Come? Don Luigi Sturzo disse: chi sa scrivere scriva, chi sa cantare canti, chi ne è capace, faccia politica. Sono nato nel 1950, sono cresciuto in una casa popolare, ho avuto ottimi genitori. Quello che ho scritto mi ha caricato di responsabilità verso gli altri e il futuro (ho un nipote…) e ora devo risponderne. Sono qui per questo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento!
    Inserisci il tuo nome qui