Home Conosci il SUD PROLOGO DE “LA VOCE DE LU VIENTO”

    PROLOGO DE “LA VOCE DE LU VIENTO”

    108
    0

    “La voce de lu viento”, di Giuseppe Maradei va in scena in teatro, stasera a Castrovillari, per ricordarne l’autore. Scrissi la prefazione al suo lavoro teatrale e questa sera ricorderò le mie conversazioni con lui e il suo lavoro, che narra di come mutarono le condizioni di vita (e la giustificata reazione popolare, diffamata come “Brigantaggio” dagli invasori). Qui voglio solo riportare il prologo della sua opera:

    C’era ‘na vota/ tanto tiempo fa/ nu bellu Rignu/ attuorn’a ‘na città/ …Ma lu cielo cagnaie/ Venne lo malotiempo/ …E pe’ cacciare li nuvole/ forte s’azaie lu viento

     

    Pino Aprile

    Giornalista e Scrittore


    “Fa’ quel che devi, accada quel che può”, è la mia regola. Se ti fai condizionare dai rapporti di forza (ma “loro” hanno tutto: giornali, tv, soldi, potere…) o dalle conseguenze possibili (non otterrai nulla, in compenso ti schiacceranno) non troverai mai il momento giusto per agire. Mentre l’unica cosa che conti è la ragione di agire: se c’è, fallo. E basta. Come? Don Luigi Sturzo disse: chi sa scrivere scriva, chi sa cantare canti, chi ne è capace, faccia politica. Sono nato nel 1950, sono cresciuto in una casa popolare, ho avuto ottimi genitori. Quello che ho scritto mi ha caricato di responsabilità verso gli altri e il futuro (ho un nipote…) e ora devo risponderne. Sono qui per questo.

    LASCIA UN COMMENTO

    Inserisci un commento!
    Inserisci il tuo nome qui