Home Altro
78
1

Pino Aprile

Giornalista e Scrittore


“Fa’ quel che devi, accada quel che può”, è la mia regola. Se ti fai condizionare dai rapporti di forza (ma “loro” hanno tutto: giornali, tv, soldi, potere…) o dalle conseguenze possibili (non otterrai nulla, in compenso ti schiacceranno) non troverai mai il momento giusto per agire. Mentre l’unica cosa che conti è la ragione di agire: se c’è, fallo. E basta. Come? Don Luigi Sturzo disse: chi sa scrivere scriva, chi sa cantare canti, chi ne è capace, faccia politica. Sono nato nel 1950, sono cresciuto in una casa popolare, ho avuto ottimi genitori. Quello che ho scritto mi ha caricato di responsabilità verso gli altri e il futuro (ho un nipote…) e ora devo risponderne. Sono qui per questo.

1 commento

  1. Col mio cugino in linea paterna, Gino Vocino (professore di matematica a Roma, allievo ed assistente del grande matematico viterbese Luigi Fantappiè -1901\1956-), per decenni ho discusso sulle ‘ENTROPIE [scientifica, informazionale, economica e politica] arrivando alla conclusione imposta dalla di lui dipartita: “POLITICAMENTE PARLANDO SIAMO IN MANO DEGLI IGNORANTI… DELLA PIU’ CRASSA IGNORANZA !”
    Per quanto riguarda l’ “éntropia dell’ informazione” non ho una pubblicazione da segnalare. Ma la sintesi è nell’ allegata “illustrazione”
    (in seguito aggiungerò a quale conclusioni giungemmo, io e mio cugino Vocino)
    https://mail.google.com/mail/u/0/#sent/KtbxLthtDLqJlwrDlMBprKtJspLRsQHXGB
    …………………………………………………………………………[continua]

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento!
Inserisci il tuo nome qui