lunedì, Dicembre 6, 2021
Perché ogni volta che si parla dell'Italia duale si ignora il meglio del Sud e il peggio del Nord?
Il progresso, la civiltà richiedono qualche sacrificio, e si trova sempre qualcuno disposto a farlo fare ad altri.
Le classificazioni sono gradini, indicano la direzione della violenza che le genera: dall'alto in basso.
E dopo avergli impedito di essere e di fare, si comincia a rimproverare il Sud di non essere e di non fare.
Le strade rivelano le capacità e le intenzioni di un paese. E se il nostro ignora o trascura quelle per il Sud, è perché ignora e trascura il Sud.
Nessuno può farti più male di quel che gli permetti di farti.
Noi recuperiamo pagine strappate, per sapere, finalmente, di noi stessi.
Non ci basterà ritrovare memoria e orgoglio, se non accetteremo anche la responsabilità piena della nostra sorte.
Slider

Ultimi articoli

PER I GIORNALI DEL SUD I MERIDIONALISTI “FANNO NOTIZIA” SOLO DA...

IL MOVIMENTO PER L'EQUITÀ TERRITORIALE IGNORATO SE SI BATTE CONTRO LO SCIPPO DEL PNRR, IN PRIMA PAGINA, SE INSULTATO Perché “fa notizia”, finalmente, un...

SCIPPO-PNRR: I PRESIDENTI DI REGIONE DEL SUD VADANO A BRUXELLES

Il declino di un Paese mai davvero nato, né mai davvero unito, l'Italia, è arrivato all'ultimo bivio e si gioca la sua stessa esistenza,...

PER IL SUD, MEGLIO UN PONTE OGGI CHE CENTO EROI DOMANI

Guido Dorso pensava che sarebbero serviti cento uomini d'acciaio, che non si sono visti in un secolo... Eppure era facile da capire: il futuro puoi...