mercoledì, Gennaio 29, 2020
Perché ogni volta che si parla dell'Italia duale si ignora il meglio del Sud e il peggio del Nord?
Il progresso, la civiltà richiedono qualche sacrificio, e si trova sempre qualcuno disposto a farlo fare ad altri.
Le classificazioni sono gradini, indicano la direzione della violenza che le genera: dall'alto in basso.
E dopo avergli impedito di essere e di fare, si comincia a rimproverare il Sud di non essere e di non fare.
Le strade rivelano le capacità e le intenzioni di un paese. E se il nostro ignora o trascura quelle per il Sud, è perché ignora e trascura il Sud.
Nessuno può farti più male di quel che gli permetti di farti.
Noi recuperiamo pagine strappate, per sapere, finalmente, di noi stessi.
Non ci basterà ritrovare memoria e orgoglio, se non accetteremo anche la responsabilità piena della nostra sorte.
Slider

Ultimi articoli

E ALLE ELEZIONI REGIONALI DELLA FINE DEL MONDO NON SUCCESSE NIENTE…

IN CALABRIA VINCE IL VECCHIO AVANZATO, IN EMILIA IL SOLITO, DEL SUD FREGA NIENTE A NESSUNO Non c'è molto da dire a commento delle elezioni...

LA MAFIA COLPISCE IN CAPITANATA, PERCHÉ HA PAURA

UN ALTRO ATTENTATO A SAN SEVERO. MA È LA RABBIA DI CHI TEME DI PERDERE, ORMAI Al nuovo attentato criminale a Sansevero (la distruzione del...

SE AL SUD SI INCAZZANO, CARO GILETTI, CHIEDITI SE…

ANALIZZANDO FREDDAMENTE IL MODELLO “NON È L'ARENA”, FORSE SI CAPISCONO MOLTE COSE Ma davvero Massimo Giletti non riesce a capirlo? Con lui polemizzo anche ferocemente,...